Come prevenire e curare le carie

A seconda della gravità della carie, il dentista può decidere la cura migliore, come l’applicazione di una pasta o una vernice al fluoro, un’otturazione o una devitalizzazione.

Il modo più semplice ed efficace per prevenire le carie è ostacolare la formazione della placca. Poiché la placca si accumula di continuo, è fondamentale lavarsi i denti ogni giorno per eliminarla. Per questo motivo è importante un buon regime di igiene orale.

Ecco alcuni consigli:

Lava i denti almeno 2 volte al giorno utilizzando il dentifricio Mentadent P, che con le sue 8 azioni garantisce una protezione completa.

Valuta l’opportunità di applicare dei sigillanti dentali (rivestimenti protettivi applicati alle superfici di masticazione dei denti posteriori).

Assicurati di utilizzare il filo interdentale almeno una volta al giorno. È estremamente importante per pulire i punti interdentali più difficili da raggiungere, lì dove i residui di cibo si incastrano e i batteri si accumulano.

Utilizza un collutorio per risciacquare via i residui di cibo.

Riduci il consumo di bevande zuccherate e cibi ricchi di amido.

Seguendo questi consigli ed effettuando visite di controllo periodiche dal tuo dentista, potrai goderti a lungo un sorriso sano, forte e senza carie.

La prevenzione delle carie dentali è un passaggio decisivo della cura individuale. Il dentista, oltre a curare i denti in ogni modo, deve sensibilizzare i pazienti per fare in modo che si evitino le carie. O fare in modo che si sviluppino il meno possibile.

L’importanza dell’igiene orale

Con lo spazzolino da denti possiamo rimuovere la placca ma, già dopo circa 8 ore la placca comincia a calcificare grazie ai Sali di cristallo di calcio e si trasforma in tartaro,  ovvero un agglomerato batterico non più rimovibile con lo spazzolino ma mediante un igiene professionale da fare del dentista.

Risulta intuitivo che non devono mai trascorrere 8 ore tra uno spazzolamento ed il successivo se si vuole avere la certezza di rimuovere tutta la placca accumulata. Per questo è consigliabile spazzolarsi almeno 4 volte al giorno.

Ma come prevenire la carie in modo efficace? È evidente che se riusciamo a tenere puliti i denti a casa e con sedute di igiene ravvicinate e non permettiamo a questo batterio di rimanere attaccato alla superficie del dente non avremo l’insorgenza di carie. In alcuni casi bisogna valutare un altro punto. Parliamo della predisposizione individuale.

Ci sono persone che hanno una tendenza allo sviluppo della carie. D’altro canto esistono una serie di punti essenziali da rispettare sempre. Ecco cosa sapere per non avere carie grazie alle buone abitudini a tavola e con l’igiene orale.

Carie e alimentazione

La salute dei denti dipende da due fattori:

– igiene del cavo orale;

– regime alimentare.

In seguito alla presenza di sostanze alimentari, soprattutto zuccheri, a livello degli spazi interdentali, si verifica un processo di trasformazione in acido lattico, una sostanza in grado di attaccare lo smalto dentale, innescando il processo carioso.

Esistono degli alimenti da evitare in quanto potenzialmente responsabili di provocare la formazione della carie.

Zuccheri semplici come saccarosio, glucosio e loro derivati industriali, sono fattori predisponenti di notevole importanza.

Non è possibile eliminare completamente tali sostanze dal regime dietetico poiché i carboidrati sono indispensabili per il metabolismo energetico. Pertanto è necessario limitarne l’assunzione e dopo averli ingeriti effettuare un’accurata pulizia del cavo orale con lavaggio dei denti possibilmente con dentifrici antibatterici.

Secondo le più recenti linee guida, il fattore che condiziona maggiormente l’insorgenza della carie è legato al tempo di permanenza del cibo all’interno del cavo orale.

Vedi anche: Igiene orale Genova

play-sharp-fill
Top