Differenza tra protesi e impianti dentali

Nella realtà soluzioni odontoiatriche come protesi e impianti dentali sono molto differenti tra loro, e si caratterizzano per la possibilità di rimuovere o meno la struttura di supporto. Innanzi tutto si ricorre a protesi e impianti dentali qualora una o più elementi nella dentatura del paziente sono mancanti o compromessi in maniera irreversibile. Ciò si verifica naturalmente con l’avanzare dell’età, in seguito a patologie quali parodontiti ad uno stadio avanzato, in conseguenza di traumi o per gli effetti collaterali di terapie mediche e farmacologiche massicce. In queste eventualità si valuta l’ipotesi di ricorrere a protesi e impianti dentali, con l’obiettivo di restituire al paziente la normale funzionalità.

I denti sono infatti necessari non solo alla masticazione, ma anche alla corretta respirazione e fonazione. Per pronunciare le parole la lingua ha bisogno di appoggiarsi alle strutture dentali, ed allo stesso modo anche inspirazione ed espirazione necessitano della naturale dentatura. Chiarita l’esigenza di riportare il soggetto ad una qualità della vita adeguata, occorre stabilire quale strada percorrere, tra protesi e impianti dentali. Nel primo caso si hanno presidi odontoiatrici mobili o removibili, da distinguersi a loro volta nelle tradizionali dentiere e ponti. La differenza anche qui dipende dall’assenza parziale o totale dei denti naturali, su cui i prodotti artificiali devono poggiarsi per avere sostegno e stabilità. Nel secondo caso si parla di trattamenti chirurgici tramite cui vengono innestate delle viti nelle mascelle, a cui verranno poi ancorati gli impianti fissi.

Che differenza c’è tra protesi fissa e impianto?

Una delle differenze principali tra protesi mobile e impianto dentale nel tempo è il riassorbimento osseo: quando si perde un dente, il volume osseo circostante perde lo stimolo della masticazione e progressivamente si riassorbe, abbassandosi.

Cosa vuol dire carico immediato?

Il carico immediato può essere applicato sull’intera arcata, su uno o più impianti. La terminologia “Carico Immediato” significa che i denti sono immediatamente posizionati sugli impianti dentali in modo fisso (non si tratta quindi di una protesi mobile).

Come mettere i denti senza impianto?

Quando mancano alcuni denti la soluzione alternativa agli impianti è fare dei ponti dentali appoggiandosi ai denti naturali rimasti. Un ponte dentale è una tipologia di protesi fissa che viene realizzata e posizionata sui denti sani adiacenti al dente o ai denti mancanti.

Dentiera o impianto fisso: i pro e i contro di una protesi mobile

Quando si sceglie di intraprendere una cura odontoiatrica all’edentulia le domande sono molte, la più comune è appunto “dentiera o impianto fisso?”. Sono molti i pazienti che per un motivo o per l’altro scelgono la protesi mobile principalmente per una questione economica, senza però tener conto degli inevitabili cambiamenti nel loro stile di vita.

Gli svantaggi delle dentiera sono la mobilità, la frequenza di piccole ferite da movimento della dentiera, la difficoltà nel mangiare, il deposito di cibo al di sotto di essa, la difficoltà nel parlare, il disagio psichico, la paura di perdere la dentiera mentre si parla o si ride. In sostanza, il problema principale è sopportare la dentiera in bocca. Molti pazienti sono incapaci di farlo e sono profondamente stressati al momento della consegna.

Vedi anche: Implantologia dentale Genova

play-sharp-fill
Top