Dolori mandibolari: cause e sintomi

Dolore alla mandibola: quali sono le cause? Come si manifesta?

Sintomi a cui prestare attenzione e Trattamenti

Molte persone che soffrono di mal di testa, mal d’orecchio, tensione alle articolazioni, dolori mandibolari, potrebbero avere in comune dei disturbi dell’articolazione temporo mandibolare (A.T.M.).

Quali sono le cause dei  dolori mandibolari e dei disturbi all’ATM?

Non sempre è possibile determinare l’esatta causa dei dolori mandibolari legati ai disturbi dell’ATM (articolazione temporo mandibolare), ma si ritiene che un fattore importante sia il sovraccarico di lavoro a cui i muscoli masticatori sono sottoposti.

In particolare in situazioni fisiche e mentali molto stressanti che sottopongono le articolazioni mandibolari ad uno sforzo eccessivo e continuo, possono dar luogo a tensione muscolare e spasmi, iniziando un circolo vizioso, che se non interrotto può portare, in alcuni casi, ad un disturbo cronico.

Altri fattori aggravanti possono essere digrignamento e serramento dei denti (bruxismo), traumi, artriti, problemi di occlusione ed altri problemi dentali od una combinazione di più fattori.

Bruxismo

Il bruxismo è l’abitudine di digrignare i denti involontariamente stringendoli con forza per periodi prolungati nell’arco delle 24 ore.

Serrare i denti per tutto il giorno comporta uno spasmo dei muscoli masticatori che normalmente sono attivi pochi minuti al giorno durante i pasti. Infatti in condizioni di riposo i denti normalmente non si toccano. E’ più frequente in età adulta e si verifica soprattutto durante il sonno.

 

Segni e sintomi dei disturbi dell’ATM:

  • Tensione muscolare alla mandibola
  • Dolore all’orecchio che a volte si irradia al viso (in assenza di otite)
  • Clicks od altri rumori articolari aprendo o chiudendo la bocca
  • Difficoltà ad aprire lo bocca
  • Episodi di mandibola bloccata
  • Dolore nello sbadigliare, nel masticare o nell’aprire molto lo bocca
  • Mal di testa o dolori al collo

Trattamento dell’ATM

Esistono varie opzioni di trattamento che si possono utilizzare per migliorare l’armonia e la funzione della mascella. Una volta che una valutazione conferma una diagnosi di disturbo dell’ATM, Il Gnatologo determinerà il corretto corso del trattamento. È importante notare che il trattamento funziona sempre meglio con un approccio di squadra di auto-cura unito a cure professionali. Gli obiettivi iniziali sono alleviare lo spasmo muscolare e i dolori articolari. Questo di solito si ottiene con un antidolorifico, antinfiammatorio o miorilassante. Anche i trattamenti di auto-cura possono essere efficaci e includono:

  • Riposare la mascella,
  • Tieni i denti separati quando non stai deglutendo o mangiando,
  • Mangiare cibi morbidi,
  • Applicazione di ghiaccio e calore,
  • Praticare una buona postura,
  • Esercitando la mascella.

Altre terapie:

Possono anche essere consigliate tecniche di gestione dello stress come il biofeedback o la terapia fisica, nonché un apparecchio di plastica trasparente temporaneo noto come stecca. Una stecca (o una guardia notturna) si adatta ai denti superiori o inferiori e aiuta a tenere i denti separati, rilassando così i muscoli e riducendo il dolore. Esistono diversi tipi di apparecchi utilizzati per scopi diversi. Una guardia notturna ti aiuta a smettere di serrare o digrignare i denti e riduce la tensione muscolare durante la notte e aiuta a proteggere la cartilagine e le superfici articolari.

In ogni caso sempre è sempre consigliata una visita di controllo per valutare quali cure si possono meglio adottare.
Per un appuntamento chiama il numero di tel. 010 411083 o scrivici!

Vedi anche: Dentista Genova

Top

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la informativa estesa. Cookie policy